Rescaldina: picchia la madre e la manda in ospedale

Lunedì sera, un uomo di Rescaldina (Mi), di 35 anni, picchia la madre a sangue mandandola in ospedale e preso da un raptus di collera devasta la casa. I Carabinieri di Legnano l’hanno arrestato con l’accusa di aggressione nei confronti della madre di 56 anni e della sorella di 32.

L’ennesima lite, dopo aver assunto alcool e droga, l’ha portato a minacciare la madre e la sorella picchiando la madre e mandandola in ospedale. Gli agenti sono stati avvisati dai vicini e velocemente le macchine dei Carabinieri hanno raggiunto il posto e salvato le due donne minacciate di morte terrorizzate da pericolo certo.

Appena entrambe si sono calmate, hanno raccontato le varie discussioni, che tutti i giorni succedevano all’interno della loro casa: parole, minacce e botte che da due anni incombevano sulle due donne e che tolleravano, senza mai aver denunciato, per non creare altri problemi. Ma ora a prendere provvedimenti ci hanno pensato i vicini che hanno creduto giusto aiutare queste due povere donne.

Quando l’uomo era ubriaco, c’erano momenti di violenza senza un nessun vero motivo: l’unico motivo era dato dalle sostanze stupefacenti e dall’alcool di cui tutti i giorni l’uomo ne faceva uso.

Finalmente gli agenti dei Carabinieri hanno fatto finire un incubo: l’uomo, disoccupato e noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona, dapprima si è scagliato contro i militari, ma poi è stato bloccato, arrestato e portato alla Casa Circondariale di Busto Arsizio con l’accusa di reati di maltrattamenti contro la famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

La madre è stata trasportata in ospedale dove le sono state curate le contusioni con una prognosi di 5 giorni.

Ancora una volta una bruttissima storia che ha visto protagoniste due donne ed un uomo: figlio e fratello delle due. Per due anni, le due signore, sono state vittime del 35enne, e hanno rischiato grosso per molte volte ma ora, grazie al provvedimento dei vicini che sono stati provvidenziali, sono state salvate e finalmente è finito questo incubo.

Per due che sono state salvate quante altre patiranno per mano di un uomo? Credo ancora molte! Purtroppo! 

 

 

 

Commenti

Commenti

Lascia un Commento