Smartphone bloccati quando si guida: si studia una nuova tecnologia anti-incidenti

Una nuova tecnologia di blocco americana apre la strada alla possibilità di limitare l’utilizzo degli smartphone all’interno di veicoli in movimento, evitando così eventuali abusi e incidenti stradali dovuti a distrazioni.

Cellulari bloccati mentre si guida

L’idea è che l’uso del telefono mentre si guida, diventi inaccettabile come guidare senza cintura o guidare ubriachi: è seguendo questa rotta che nasce la nuova tecnologia USA, un sistema che punta a bloccare l’utilizzo dello smartphone del guidatore mentre l’auto è in movimento.

I dispositivi mobile potrebbero così bloccarsi in automatico mentre l’auto è in movimento, rendendo di fatto impossibile mandare messaggi, leggere mail, controllare i social e tutte quelle attività con alto potenziale di distrazione che svolgiamo ogni giorno.

Un software che blocca gli smartphone mentre siamo alla guida

Il software dovrebbe essere capace di bloccare le funzioni degli smartphone mentre l’auto è in movimento, interfacciandosi con i nuovi sistemi smart delle case automobilistiche: il progetto nasce da un incontro tra governo e case produttrici dopo che ben 17.500 persone son state portate in giudizio proprio per aver utilizzato il telefono alla guida.

I promotori della campagna hanno intenzione di cambiare le abitudini dei cittadini; è idea generale infatti che non sia pericoloso utilizzare lo smartphone mentre siamo alla guida. La soluzione, assolutamente drastica non avrà sicuramente un grande popolarità tra i consumatori, di sicuro però potrebbe evitare incidenti e tragedie stradali.

La richiesta arriva anche alle case produttrici di smartphone

La richiesta di creare una “safe mode” per la guida è arrivata anche alle compagnie che producono smartphone. Quello che si domanda è qualcosa di simile alla modalità aereo, una opzione che blocchi chiamate, messaggi e mail mentre le persone sono alla guida; così da non distrarre l’utente ed evitare possibili incidenti.

Se la tecnologia dovesse passare, probabilmente, la vedremo sbarcare dagli USA fino all’Europa e all’Italia, con il cambiamento che quindi potrebbe essere in vista anche per noi.

Resta da capire come saranno gestiti i telefoni di tutte le persone in macchina, ma ripetiamo, in questa prima fase sembra che il blocco dello smartphone riguardi unicamente il dispositivo del guidatore designato e non degli altri passeggeri.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento