Blue Whale: i video inchiesta de Le Iene erano falsi

La rivelazione è piuttosto sconvolgente e ricca di conseguenze e considerazioni: i video inchiesta sul Blue Whale girati e trasmessi dal noto programma Le Iene erano, semplicemente, falsi. A confessarlo direttamente Matteo Viviani, una delle iene del programma.

I servizi de Le Iene sul Blue Whale

In un’intervista a Selvaggia Lucarelli sul Fatto Quotidiano, Viviani confessa che i video “Me li ha girati una tv russa su una chiavetta e ammetto la leggerezza nel non aver fatto tutte le verifiche, ma erano comunque esplicativi di quello di cui parlava il servizio.” I sospetti sull’attendibilità di quei video era stata messa in dubbio sul web e su vari profili e canali social che nell’individuare e scoperchiare fake e bufale sanno essere molto attenti e puntuali.

Matteo Viviani però non ci sta e si difende: “Ieri sono andato in una classe e ho chiesto quanti conoscessero il Blue Whale prima del mio servizio. La metà degli alunni ha alzato la mano. Noi adulti ignoriamo parte del web, specie quella popolata dai giovanissimi. La polizia ha salvato una ragazzina che era quasi al cinquantesimo (e ultimo) giorno del gioco, quindi aveva iniziato prima della puntata”. E aggiunge: “Non posso praticare l’omertà su un argomento e se ho contribuito a salvare anche una sola persona, il mio è stato un lavoro prezioso”.

Il fenomeno Blue Whale

Resta da capire quanto, al di là della questione prettamente deontologica, il lavoro svolto da Viviani e da Le Iene sia encomiabile e realmente utile.

Innanzitutto ne va della credibilità del programma che non è la prima volta che viene messo sotto accusa per la veridicità dei propri servizi; e poi fino a quanto il fine giustifica i mezzi? Quanto realmente il fenomeno Blue Whale è così pericoloso e grave visto che non si ritiene nemmeno doveroso girare inchieste e servizi originali? Quanto, piuttosto, non si rischia di creare anche un effetto contrario? Lungi dal voler cavalcare le teorie complottiste (che pur qualche fondamento ce l’hanno) rimane il forte sospetto che quanto compiuto da Le Iene non sia stato così prezioso come si vuole far credere.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento