Flavio Briatore: per ripartire alll’Italia serve Renzusconi

In un’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano Flavio Briatore dice la sua sul presente e sul futuro dell’Italia e sostiene che l’unica via di ripresa passa da Renzusconi, ovvero un’alleanza tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi.

La ricetta per il futuro del Paese di Flavio Briatore

Faccio il tifo per Renzusconi”, questa la sintesi del pensiero, testuale, di Flavio Briatore. Il motivo è che individua nei due leader politici le caratteristiche migliori per l’Italia; da una parte, infatti, Matteo Renzibravissimo ragazzo e con tanta birra in corpo” e, dall’altra, Silvio Berlusconi, definito laconicamente “un grande”. Briatore che sembra voler applicare la sua concezione imprenditoriale anche alla politica nostrana afferma di immaginare una sorta di “Italia Spa” dove “Presidente Berlusconi, Amministratore delegato Renzi: Non ce n’è per nessuno”. Il connubio tra i due secondo Briatore funzionerebbe proprio per le attitudini dei due: dove manca uno arriva l’altro, e viceversa.

Il programma politico di Flavio Briatore

Flavio Briatore non ha in mente solo il nome (o i nomi) per far rilanciare il Paese, ma anche il programma di governo che i due dovrebbero sottoscrivere, limitando (o tacendo) delle differenti posizioni politiche attuali. I tre ingredienti della ricetta di Briatore sono: lavoro, tasse e ricchezza.

Sul lavoro Briatore vorrebbe: “Abbassare il costo del lavoro, azzopparlo, spianarlo“, in modo che “un dipendente che guadagna 2.500 euro mi deve costare al massimo 3.000 euro”. Parallelamente anche la visione della gestione delle ricchezze: “non far gestire più un soldo allo Stato. Brucia i denari, dilapida ricchezze. Non è possibile andare avanti così”. Infine le tasse: “Flat tax, stessa tassa uguale per tutti”. Su questo ultimo punto Briatore sembra voler riprendere ed evocare le soluzioni fiscali proposte da Matteo Salvini e dalla Lega.

Per Briatore non c’è altra soluzione che quella che passa tra l’alleanza tra Berlusconi e Renzi, “l’unica possibilità, l’ultima per l’Italia. Mi piace l’uno e mi piace l’altro. Il vecchio e il giovane. Due vincenti”.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento