Perdere peso: quali sono le certezze della scienza

Come riuscire a perdere peso? Ma, soprattutto, come riuscire a capire quali tra le tante diete dimagranti presenti, sia sul web che in pubblicazioni varie, è attendibile, ma soprattutto efficace? Bisogna innanzitutto premettere che non esistono soluzioni immediate né tantomeno soluzioni che vadano bene per tutti, ogni persona ha il suo metabolismo e le sue, specifiche esigenze. Allo stesso tempo i medici sconsigliano le diete lampo e, in presenza di problemi di salute, è opportuno rivolgersi ad un nutrizionista.

Cosa e come mangiare per perdere peso

Ci sono però dei dati comuni, scientificamente provati, che ogni persona che vuole perdere peso deve tenere in considerazione. Proviamo a vederli.

Al di là di alcune leggende o di discutibili tesi per cui non mangiare equivalga a dimagrire, la scienza dimostra che non bisogna saltare i pasti, sia per non arrivare affamati a quello successivo, sia per non condizionare il cervello nella scelta degli alimenti più calorici.

Cosa mangiare per perdere peso

Allo stesso tempo si possono ridurre le porzioni e utilizzare piatti piccoli; anche in questo caso tali ‘trucchi’ servono a ingannare il cervello che quanto stiamo mangiando è sufficiente.

Le proteine, anche quelle di tipo vegetale, vanno aggiunte alla propria alimentazione; queste ritardano la produzione della grelina che comunica al cervello che lo stomaco è vuoto.

Per dimagrire bisogna bere. Gli studi scientifici lo dimostrano ampiamente; oltre all’acqua si possono utilizzare liquidi quali tisane e tè, anche dopo i pasti.

La legge ‘pochi grassi’ va seguita, magari scegliendo cibi con un numero ridotto di grassi, quali le carni bianche, la ricotta, il pesce azzurro, eccetera.

Un altro dato mostrato dai test scientifici è quello di eliminare sia i prodotti industriali (salse, piatti pronti, snack, bibite gassate, eccetera) che i prodotti raffinati (zucchero, farina, riso bianchi, eccetera).

Cosa fare per perdere peso

Cosa fare per perdere peso

Stabilito qual è il nostro apporto calorico bisogna stare attenti ad ogni pasto a contare le calorie, specie quando si è fuori casa, e non sforare.

Infine, l’esercizio fisico. Questo è molto importante, anche una semplice corsetta di circa 20 minuti quotidiani (o tre giorni a settimana) aiuta a migliorare il metabolismo e a bruciare le calorie.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento