Milano: morte Domenico Maurantonio non accidentale. Ipotesi goliardata

Per gli inquirenti è attualmente la soluzione più probabile: ad uccidere Domenico Maurantonio non è stato un tragico incidente, ma una goliardata finita male.

L’incidente è avvenuto domenica scorsa nell’Hotel Da Vinci di Bruzzano dove si trovava Domenico Maurantonio, insieme alle due quinte del liceo scientifico “Ippolito Nievo” di Padova. In un primo momento si era ipotizzano che il ragazzo fosse accidentalmente caduto di sotto, ma gli inquirenti sono portati ad escludere questa ipotesi visto che la finestra è alta 1,10 metri circa. I lividi sulle braccia del ragazzo dimostrerebbe che qualcuno ha tentato di salvarlo, poi però sarebbe scappato senza dare l’allarme.

Un altro particolare emergerebbe dalle indagini: sono state rinvenute tracce di feci sia nel corridoio che sul davanzale della finestra, gli inquirenti sospettano che qualcuno abbia somministrato del lassativo a Domenico Maurantonio. Sul corpo del ragazzo sono stati disposti degli esami tossicologici per capire se avesse assunto alcol o droghe.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento