Le startup innovative si costituiscono on-line

Nessuna spesa per l’assistenza di un professionista, tutto da casa o dall’ufficio senza la necessità di spostarsi: da pochi giorni è possibile costituire startup innovative, in forma di S.R.L., accedendo alla piattaforma startup.registroimprese.it realizzata da UnionCamere e Infocamere.

Allo scopo di promuovere ed incentivare la nascita di startup innovative, il Ministero dello Sviluppo Economico, d’intesa con UnionCamere e InfoCamere (il sistema integrato delle Camere di Commercio in Italia), ha realizzato un metodo agevolato per consentire la costituzione di una Società a Responsabilità Limitata operando esclusivamente on line. Il 1° luglio scorso sono state approvate con decreto ministeriale le specifiche tecniche del modello informatico e dal 20 luglio il sistema è operativo. Accedendo alla piattaforma, è possibile predisporre, con l’ausilio di un servizio di assistenza on line, l’atto costitutivo della S.R.L. secondo  il modello standard previsto dalla normativa vigente. Una volta redatto, il documento informatico deve essere firmato digitalmente e, entro 20 giorni dalla sottoscrizione, presentato alla Camera di Commercio territorialmente competente per la registrazione.

La conclusione della pratica

L’Ufficio del Registro Imprese presso la Camera di Commercio effettua il controllo della documentazione pervenuta e, se tutto è in regola, entro dieci giorni procede all’iscrizione provvisoria della nuova impresa. Il passo successivo è l’iscrizione definitiva della S.R.L. nella sezione speciale riservata alle startup innovative e agli incubatori certificati.

I numeri delle startup innovative

UnionCamere, nel presentare la nuova piattaforma on line, ha anche fornito qualche dato relativo alla presenza di startup innovative in Italia. Al 30 giugno scorso ne erano registrate 5.943, con un incremento di 504 rispetto al dato del 31 marzo. Su base territoriale, il maggior numero di startup innovative è presente in Lombardia (1285), seguita da Emilia Romagna (703), Lazio (601), Veneto (450) e Piemonte (387). L’attività di tali Società coinvolge 23.045 soci e 8.193 addetti (personale dipendente). Nel 2014 il fatturato complessivo è stato pari a 325,58 milioni di Euro, generato soprattutto dalla fornitura di servizi alle imprese ma anche dall’attività di ricerca e sviluppo in senso stretto.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento