Avere 40 anni e non sentirli

La soglia dei 40 anni rappresenta di sicuro una fase della vita non negativa erroneamente a quanti molti pensano. Di sicuro è “un traguardo importante” quello dei primi “quarant’anni”. E’ un’età in cui non ci si sente nè tanto giovani nè tanto vecchi.

E’ una fase in cui il corpo cambia, le abitudini possono cambiare, può spaventare il fatto che il viso comincia a perdere elasticità, tono, compattezza, ma la bellezza non si perde può essere solo diversa.

In realtà, questa fase della vita la si può definire come “la seconda giovinezza”. Già, proprio così..Anzi c’è proprio un detto che dice che “la vita inizia proprio a 40 anni”.

Oggi grazie allo stile di vita, ad un’alimentazione più sana ed equilibrata, l’utilizzo più frequente delle palestre, si vive una giovinezza più prolungata. Si dice che i 40 anni di oggi sono i trenta di prima, e quindi a 40 anni si è ancora belli e giovani.

Con il passare degli anni si acquisisce maggiore sicurezza e consapevolezza di sè. Questo permette di affrontare la vita in maniera diversa poichè le esperienze alle spalle hanno reso l’individuo più consapevole di quello che vuole dalla vita. Le nuove situazioni spaventano di meno e di conseguenza si è più resistenti allo stress.

E poi diciamocela tutta, l’aspetto maturo è più seducente, affascinante. Un aspetto maturo risulta più attraente poichè è maggiormente da scoprire. Non si deve assolutamente pensare che avere 40 anni significa invecchiare, ma vuol dire maturare, crescere..

Oggi a 40 anni si ha la voglia di osare, di cambiare look, per provare nuove acconciature, nuovi capi di abbigliamento. Non si ha più il bisogno di somigliare agli altri, ma a questa età si raggiunge la consapevolezza di essere persone con una propria personalità, e il giudizio degli altri conta veramente meno.

E infine, non sono poche le persone che si innamorano a questa età e che sentono di aver trovato il vero amore.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento