Leciti siti con film in streaming: sentenza storica ma con delle condizioni

Sentenza storica per il film in streaming. E’ stata approvata all’unanimità dalla “Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo” la relazione dell’On. Baruffi, per tutelare il diritto d’autore.

Sono dunque leciti siti che ospitano film in streaming ma a due condizioni.

Si parte dal Tribunale di Frosinone che qualche settimana fa, ma solo ieri sono state divulgate le motivazioni della stessa, ha optato per una sentenza storica in Italia ma anche in Europa. E’ stata dichiarata legittima l’attività di un sito che mette online, in streaming, i film. Video dunque fruibili in modo legale, quando attività del genere erano ritenute illecite fino ad oggi. La chiave di svolta è lo scopo di lucro, insomma purché sia certificato, sia la visione della pellicola che la pubblicità, bisogna dimostrare la finalità. Il danno è per chi detiene i diritti quindi se ciò non è dimostrabile non sarà ritenuto illegale.

“Finalmente un giudice ha riconosciuto che non è automatica la violazione del diritto d’autore se un sito ospita link a streaming di film e musica su internet, anche con banner pubblicitari, se non è chiaro il fine di lucro”, afferma l’avvocato Sarzana al quotidiano Repubblica. L’avvocato aveva difeso in Aula il gestore dei siti filmakers.biz, filmaker.me, filmakerz.org, e cineteka.org.

Si ha avuto subito una serie di reazioni sui social per chi esultava per la possibilità di vedere film gratis online. “Non conosciamo bene i dettagli del caso non avendovi partecipato, ma dalla sentenza, relativa ad un procedimento civile riguardante l’applicazione di sanzioni amministrative, oltre a emergere la crescente problematica della facilità con cui i gestori mutano il DNS dei siti pirata, risulta evidente la centralità del tema del lucro e dei flussi economici derivanti dalle attività illecite sul web.” – ha detto Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV, la Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimedial.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento