Torino, uomo barricato in casa minacciava di sparare

E’ tutto cominciato con un urlo e una richiesta: “Fatemi parlare coi giornalisti, li voglio tutti qui”.
Così un uomo di Torino, Ferdinando Urzini, un commerciante di circa 52 anni calabrese con alcuni problemi psichici, si è barricato nel suo appartamento lanciando oggetti, arredamenti ed elettrodomestici giù dal balcone.
Il tutto trasmesso tramite video in diretta su Facebook.

Dopo aver chiamato la stampa l’uomo ha cominciato a fare nomi di personaggi della ‘ndrangheta, sostenendo di essere una vittima della mafia calabrese e aggiungendo: “Ti stanno fottendo, comandano tutto loro”. Il commerciante di alimentari è stato fermato dai carabinieri dopo aver passato ore a delirare. I carabinieri insieme al pm Cesare Parodi hanno poi convinto l’uomo a desistere. Una volta in casa è stato fermato e portato in ospedale, ne reparto di psichiatria.

18 ore per far desistere l’uomo in preda a una grave e pericolosa crisi delirante. L’uomo infatti sul divano aveva una pistola. Al momento della crisi gli inquirenti non erano a conoscenza se fosse carica o meno, se fosse vera o finta. il commerciante aveva anche minacciato di uccidersi e di fare saltare in aria la casa e per questo il gas era stato staccato.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento